di

Abbiamo visto in un post precedente come Facebook e Twitter possono essere i primi social network utilizzabili per rendere un po’ più vivace il traffico verso il nostro blog. Quindi se abbiamo seguito le istruzioni (anche quelle della guida Twitter di DocnRolla) ci siamo costruiti la nostra piccola rete formata da: il nostro blog, Facebook e Twitter

Facebook e Twitter

 

Dopo le prime difficoltà dovute, chiaramente, all’avviamento dei profili due profili, abbiamo notato, statistica alla mano, un leggero miglioramento nei numeri delle visite al nostro blog, ma ancora non si è verificato il vero salto di qualità. 

Perché?
Uno dei possibili motivi potrebbe essere che il lavoro del social network non è massimizzato, nel senso che le azioni sono giuste, ma la loro tempistica, ad esempio, è sbagliata. Quindi basterà capire quali sono i tempi giusti, cioè quando postare.
 

La prima cosa da fare, quindi, è studiare l’ambiente in cui è inserito il blog, il profilo Facebook e quello Twitter. Non è un’azione da sottovalutare, poiché se conosciamo l’ambiente, indirettamente, conosciamo anche i nostri lettori come aggregato e quindi già possiamo tarare meglio le nostre azioni. Un buon inizio può essere analizzare i lettori e le loro abitudini.

Iniziamo col capire come i nostri post vengono letti dagli utenti. Sostanzialmente veniamo letti in tre modi diversi:

  1. Per mezzo dei feed

  2. Direttamente dal blog

  3. Attraverso i Social Media (Facebook e Twitter)

Fatto questo capiamo quando i nostri post vengono letti. Infatti, dando sempre uno sguardo attento ai nostri lettori, ci accorgiamo come questi si dividono in:

  1. chi ci legge in determinati momenti della giornata;

  2. chi ci legge in real-time, cioè immediatamente quando il post viene pubblicato.

Se farsi leggere dagli utenti abituali non è un grande problema, poiché basterà semplicemente postare di notte, considerazioni ulteriori vanno fatte per quelli real-time. Infatti se postiamo di notte la forza dei post su Facebook e Twitter verrà meno, visto che a quell’ora i social network sono pressoché deserti. Quindi occorre capire in quali fasce orarie sia più utile postare.
 

Uno studio del TagliaBlog mostra come ci siano delle vere e proprie fasce orarie all’interno delle quali conviene inserire i nostri post.
 

Fasce Orarie - fonte TagliaBlob
Fonte: http://blog.tagliaerbe.com/

Di contro un altro studio di Dan Zarrella ci mostra come le cose non siano molto diverse per i social network (Facebook e Twitter ):
 

 Facebook sharing by hour

Fonte: http://blog.tagliaerbe.com/


 twitter-retweets-by-hour

Fonte: http://blog.tagliaerbe.com/

Detto questo se volessimo rispondere alla domanda: quando è meglio postare dovremmo dire come al solito dipende!!!! Infatti, come abbiamo visto dipende da come è costituita l’utenza della nostra piccola rete ( blog, Facebook e Twitter ), ma in linea di massima risulta molto ”conveniente” postare la mattina intorno alle 9 e richiamare le notizie sui social network ( Facebook e Twitter ) subito dopo la pausa pranzo degli uffici. In questo modo tutti gli utenti saranno presumibilmente soddisfatti, anche quelli che utilizzano i feed per leggerci.
Ovviamente ci sono delle eccezioni, infatti se il nostro blog è scritto in inglese e si riferisce ad un pubblico prettamente di oltre oceano è chiaro che dobbiamo preferire altre fasce orarie, che ci terranno svegli e ci faranno impazzire!!!

 

 

Categoria:
Argomenti del post:

FacebookToolsTwitter

Altri dalla categoria Codex
Altri dalla categoria Appunti
Ricerca altri contenuti
Lascia un commento:

Powered by Google+ Comments

Privacy & Cookies Policy

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati

Accetta

Privacy Policy